Cosa fare nei dintorni di Otranto: I Laghi Alimini

Otranto: i laghi alimini

La zona dei Laghi Alimini è una delle aree naturali più belle del Salento, e si trova a poca distanza dalla costa e dalla splendida Baia dei Turchi, molto frequentata grazie alla sua spiaggia bianca e alle sue acque cristalline color turchese.

Il nome della baia, come è abbastanza facile intuire, è dovuto allo sbarco dei turchi che assediarono Otranto nel XV secolo. Ed è un luogo di rara bellezza, tanto che il FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) ha deciso già dieci anni fa di inserirlo nell’elenco dei 100 posti da salvare nel nostro paese.

Se vi trovate in vacanza nella zona non perdetevi assolutamente né la baia sulla costa né la zona dei laghi nell’entroterra.

Per chi giunge in vacanza nel Salento, la soluzione più comoda è quella di scegliere un Hotel Otranto e raggiungere la spiaggia e la città idruntina in pochi minuti.

Due laghi gemelli, ma diversi

Otranto: i laghi aliminiI Laghi Alimini sono due laghi naturali generati dalla separazione di un unico lago molto grande creato grazie all’erosione dell’acqua del mare, pare già nell’era mesozoica.

I due laghi erano infatti uniti da un piccolo passaggio d’acqua, detto “Lu Strittu” in dialetto locale, che è stato poi rimosso in epoche passate per far sì che le acque del lago minore non venissero più contaminate dall’acqua marina.

Oggi vengono denominati, in base alla loro dimensione, Alimini Grande e Alimini Piccolo.

Il nome Alimini deriva dalla parola greca “limne”, che indica appunto un lago oppure uno stagno che si trova in prossimità della costa marina.

Pur essendo stati uniti per molto tempo oggi i due laghi hanno caratteristiche decisamente diverse. Il primo, più grande, è alimentato direttamente dal mare e presenta quindi acqua salmastra mentre il secondo, decisamente più piccolo è uno specchio di acqua dolce, alimentato da diverse sorgenti che hanno origine nella vicina Serra di Montevergine.

Alimini Grande si estende per circa 2.5 km di lunghezza ed è profondo mediamente 4 metri. É circondato quasi completamente da una fascia rocciosa e il suo fondale è ricco di molluschi e di ruppia marittima, un’alga molto diffusa nel mare Adriatico.

Alimini Piccolo invece ha una lunghezza di un paio di km, una profondità che non supera mai 1.5 metri e le sue sponde sono basse e pianeggianti.

Questa zona rimane solitamente fuori dai percorsi del turismo di massa, poichè non si tratta di una località adatta ai bagnanti.

É invece una zona di notevole interesse naturalistico per gli ambienti che propone, la flora e la fauna che qui vive e si moltiplica. É un’area ideale per la nidificazione di varie specie di uccelli stanziali e migratori, che qui trovano un’oasi di pace e tranquillità (l’intera area è interdetta alla caccia), che può essere apprezzata a pieno solo dai veri amanti della natura, del birdwatching, del silenzio, del relax, della macchia mediterranea e dei suoi profumi, e delle lunghe passeggiate immerse nel verde.

Come arrivare ai laghi Alimini

I Laghi Alimini si trovano a circa 80 Km dall’aeroporto di Brindisi, a 40 Km da Lecce e vicinissimi a Otranto, la splendida cittadina che sorge nel punto più a est dello stivale.

Per raggiungerli, provenendo da Otranto, bisogna seguire le indicazioni per Melendugno. Oppure per Torre dell’Orso, se si arriva da Lecce.

La zona dei laghi Alimini può essere visitata tutto l’anno a piedi o in bicicletta, in completa autonomia, seguendo gli appositi percorsi. Ma se invece desiderate vivere un’esperienza completamente diversa e davvero coinvolgente consigliamo di provare l’escursione a cavallo, che vi porterà alla scoperta di quest’area meravigliosa da un punto di vista molto privilegiato.

Sono diversi i maneggi nella zona che vi offriranno la possibilità di prenotare un’escursione guidata, in vari orari della giornata, che vi lascerà davvero senza parole.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*