Cosa visitare a Livorno

livorno

La bella stagione sembra finalmente essere cominciata e, almeno per chi può godersi qualche giorno di ferie, è decisamente arrivato il momento di prendersi una pausa e partire per una bella vacanza.

L’ideale, soprattutto per chi ha pochi giorni a disposizione, sarebbe restare dentro i confini del Bel Paese, che del resto offre tantissime meraviglie, alcune delle quali non molto conosciute e sottovalutate. È il caso della bellissima Livorno, piena di piccoli tesori in attesa di chi vorrà visitarla.

La storia

livornoLivorno è un vero e proprio museo all’aperto, che in ogni suo angolo è capace di raccontare la secolare storia della città e che reca ancora il fascino e la struttura imposta dai Medici sul finire del XV secolo, con i suoi bastioni che formano un elegante e possente pentagono e le sue fortificazioni circondate da fossati e corsi d’acqua.

Qui vuole fare un tuffo nella storia, non può non inserire nel proprio tour la Fortezza Nuova e la Fortezza Vecchia, simbolo dell’antico potere locale e scenario perfetto per rivivere i fasti medievali e rinascimentali della città.

Non può poi mancare la visita al Quartiere Venezia, edificato nel corso del ‘600 ad imitazione, come dice il nome stesso, della città lagunare, vista la presenza di numerosi canali che lo percorrono in lungo e in largo.

E poi non dimenticate le numerose chiese locali, a partire dal Duomo di Livorno, dedicato a San Francesco, per poi passare alla chiesa di Santa Caterina e quella di San Ferdinando.

Più recente è invece il Cisternone, o Gran Conserva, un monumentale serbatoio in stile neoclassico realizzato nella prima metà del XIX secolo dall’architetto Pasquale Poccianti, per l’approvvigionamento idrico di Livorno, ancor oggi funzionante e situato ai margini della città ottocentesca.

La natura e il mare

Ma Livorno è anche una città costiera molto legata al mare e a tutto ciò che lo riguarda. Per scoprire da vicino questo rapporto, oltre che una visita a uno dei tantissimi ristoranti sul lungomare, dovete assolutamente visitare l’Acquario Comunale Diacinto Cestoni, vicino la suggestiva Terrazza Mascagni.

Si tratta del più grande acquario della Toscana ed è l’unica struttura nel suo genere ad avere al proprio interno un’area marina archeologica greco-romana con la suggestiva riproduzione di un relitto di nave. E fate un salto anche al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, non ve ne pentirete.

La Terrazza Mascagni

A proposito della già citata Terrazza Mascagni, non perdetevi lo spettacolo di questo meraviglioso belvedere, uno dei luoghi più eleganti e suggestivi di Livorno, proprio sul lungomare. Si tratta di una grande piazza delimitata verso il mare da una sinuosa balaustra formata da 4.100 eleganti colonnine in conglomerato cementizio e da un pavimento costituito da una scacchiera di 8.700 metri quadrati formata da 34.800 piastrelle bianche e nere.

Dal punto di vista architettonico, nonostante il periodo in cui fu progettata, in pieno ventennio fascista, non risente dei rigorosi dettami stilistici del regime, assumendo piuttosto, per il candore delle superfici e l’infinità delle colonnine, un aspetto di astrazione metafisica.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*