La costiera Amalfitana: il gioiello della costa campana

Costiera Amalfitana

Da Positano a Vietri sul Mare una costa patrimonio dell’UNESCO

Questo tratto di costa che prende il nome dal suo centro più importante, Amalfi, è uno dei 50 siti italiano patrimonio dell’Unesco e a ben vedere. Il suo territorio appare come un enorme terrazzo fiorito che si affaccia su un mare di un blu molto intenso ed è tutelato in quanto perfetto esempio di paesaggio mediterraneo, con uno scenario di grandissimo valore culturale e naturale.

Luoghi da visitare

Si ha l’imbarazzo della scelta se si deve decidere quale tra le città e i paesi della Costiera visitare, infatti questi sono uno diverso dall’altro e ognuno di loro è un gioiello di tradizioni e peculiarità che lo rendono unico. Tutti questi borghi sono però caratterizzati da monumenti architettonici caratterizzati dall’influenza araba come la torre Saracena di Cetara, la chiesa di San Salvatore de’ Bireto ad Atrani, dove storicamente veniva celebrata la cerimonia di investitura del Dogi amalfitani e Ravello con la sua bella cattedrale e la superba Villa Rufolo.

Costiera Amalfitana

Una visita ad Amalfi però non si può proprio evitare. La città di Amalfi raggiunse il proprio massimo splendore nell’undicesimo secolo e fu una delle famose Repubbliche Marinare. Per festeggiare questo antico retaggio ancora oggi per tradizione la città partecipa alla Regata delle Antiche Repubbliche Marinare, sfidando gli armi delle città di Genova, Pisa e Venezia. I monumenti più famosi della città marittima sono sicuramente il Duomo, in stile arabo-siciliano ed attualmente dedicato a Sant’Andrea, patrono della città, con il suo “Chiostro del Paradiso” di chiara influenza orientale e Gli Antichi Arsenali della Repubblica Amalfitana, unico esempio di cantiere nautico meridionale.

Le Spiagge

Nell’immaginario comune ovviamente se si parla di Costiera Amalfitana la prima cosa che viene in mente è il mare, ma non tutti sanno che questa terra è povera di spiagge. Quando si parla infatti di spiaggia su questo territorio si intende un piccolo fazzoletto di costa sassoso eroso dalla scogliera.

I frammenti di costa balneabile spesso sono raggiungibili solo attraverso sentieri scoscesi o via mare ma tanta fatica si fa volentieri per trovare dei piccoli angoli di paradiso bagnati da acque cristalline. Le due località più conosciute e più gettonate della Costiera sono senza dubbio Positano e Amalfi che posseggono anche le spiagge più belle ed estese.

A Positano una delle spiagge più conosciute è la spiaggia Marina Grande, una delle poche che si estende per circa 300 metri, costituita da sabbia scura e acciottolato, affacciata sulle isole Li Galli e circondata dalle casette variopinte tipiche della cittadina. E’ un luogo vivace e molto frequentato e se si riesce ad evitare la stagione più affollata gode di acque limpidissime. Oltre a questa spiaggia più modaiola Positano possiede anche spiagge più selvagge come la spiaggia di Laurito e la spiaggia di Arienzo, detta anche ‘dei trecento gradini’ per la scalinata che bisogna affrontare per raggiungerla.

Anche la città di Amalfi possiede una spiaggia denominata la Marina Grande che rappresenta il vero centro nevralgico e storico di tutta la costa tanto che raggiunge notevoli livelli di affollamento nei fine settimana di luglio e agosto. Pur non essendo l’unica spiaggia di Amalfi, con i suoi 184 metri di ampiezza e fino a 40 di profondità è sicuramente una delle più grandi e quindi una di quelle che può accogliere più visitatori.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*