Tutto quello che c’è da sapere sulle assicurazioni viaggio

Assicurazioni viaggio

Le assicurazioni viaggio, così come qualsiasi altro tipo di assicurazione, hanno lo scopo di garantire una protezione per un particolare avvenimento o per un particolare soggetto: in questo caso, a essere protetto è l’investimento in denaro che viene compiuto da parte di chi decide di mettersi in viaggio. Con una polizza del genere, per altro, si può contare anche sull’assistenza medica di cui si potrebbe aver bisogno se si incappasse in una malattia, in un infortunio o in qualsiasi altro tipo di imprevisto di natura sanitaria. Le formule assicurative a disposizione sono molteplici: vale la pena di conoscerle tutte, quindi, per individuare quella più in linea con le proprie esigenze.

Assicurazioni viaggioSe è vero che le assicurazioni viaggio sono molto preziose, dunque, è altrettanto vero che non si può fare a meno di ricercare quelle più convenienti in funzione delle proprie richieste, fermo restando che il calcolo dei premi assicurativi tiene conto dell’età della persona, della sua provenienza e della destinazione a cui è diretta, oltre che della durata del viaggio. Ed è chiaro che ogni meta ha delle caratteristiche particolari: assicurarsi in vista di un viaggio in Germania sarà diverso rispetto ad assicurarsi in vista di un viaggio in Siria.

Un’assicurazione viaggio è in grado di coprire una grande varietà di eventi: prevede un rimborso, per esempio, nel caso in cui si perda l’aereo per una mancata coincidenza, nel caso in cui vengano smarriti i bagagli, nel caso in cui si sia vittime di un furto o di una rapina, nel caso in cui si perdano dei soldi, nel caso in cui si abbia bisogno di un’ambulanza o anche nel caso in cui ci si faccia male.

Grande attenzione, prima di sottoscrivere il contratto relativo a una polizza, deve essere prestata al prospetto informativo del prodotto, che include una sezione incentrata sulla copertura della polizza e la tabella delle prestazioni, grazie alle quali si può capire cosa esclude e cosa include l’assicurazione.

Se si ha l’abitudine di portare in viaggio con sé degli oggetti preziosi, come per esempio i gioielli o una macchina fotografica digitale, è opportuno verificare che la copertura si estenda anche a loro. Al momento della firma, poi, è bene osservare con attenzione le cosiddette esclusioni generali, vale a dire la lista di eventi che nessuna sezione della polizza copre. Con la tabella delle definizioni, invece, viene specificato il significato di alcuni termini importanti, mentre la sezione reclami segnala quali sono i documenti necessari per inoltrare un reclamo.

Vale la pena di ricordare, poi, che nella maggior parte dei casi le assicurazioni viaggio non presuppongono una copertura per condizioni mediche pre-esistenti: giusto per fare un esempio, se in una vacanza viene colpita da infarto una persona che è già malata di cuore, le spese necessarie per il trasporto in ospedale e per le cure non vengono rimborsate, proprio perché la patologia cardiaca era pregressa. Ovviamente, se lo si desidera si possono includere nella polizza anche le condizioni mediche pre-esistenti, ma è chiaro che in questo caso bisognerebbe pagare una somma più elevata per una copertura più ampia.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*